Ricerca di

Emerging Interest

Inserire un nuovo giocatore: l’ascesa degli eSport

byThe i-vest Team
diThe i-vest Team
The i-vest Team
Group 7 Articolo, 7 minuti di lettura

Con la loro crescita fulminea, gli eSport si sono posti agli occhi di molti investitori come un’industria forte e in espansione, con innumerevoli possibilità d’investimento. E se le proiezioni sono qualcosa da seguire, il gioco è appena iniziato.

N0tail, JerAx e ana non sono nomi noti come Roger Federer o LeBron James. A meno di non vivere in una famiglia di appassionati di eSport. In questo caso, è d’obbligo sapere che i tre messi insieme hanno guadagnato più di 19 milioni di dollari in competizioni di videogiochi. Inutile dire che gli eSport sono ora un’industria degna della massima attenzione, guidata da giocatori professionisti e in crescita a livello globale. Al pari delle loro controparti in altri sport come il calcio o il basket, i giocatori competono in un’ampia varietà di videogiochi. E le analogie con la struttura sportiva tradizionale non finiscono qui. Nel 2020, il pubblico degli eSport è cresciuto fino a 496 milioni. Ma cosa guarda questo mezzo miliardo di seguaci di eSport?

Non tutti gli innumerevoli giochi che arrivano ogni anno sul mercato permettono ai giocatori di gareggiare tra loro, mentre l’industria degli eSport è incentrata su prodotti che offrono un elemento di gioco competitivo, ad esempio di genere sportivo, come FIFA o NBA2K, o più orientati all’azione, come Fortnite e League of Legends. Negli ultimi anni, c’è stato uno sforzo attivo per posizionare e commercializzare gli eSport allo stesso modo degli sport tradizionali, con la nascita di stelle e squadre e l’arrivo di sponsor.

Molti giocatori esperti trasmettono le loro partite in streaming su piattaforme come YouTube o Twitch a un vasto pubblico, il che porta opportunità di guadagno, mentre altri si uniscono a squadre e partecipano a competizioni mondiali con grossi premi in palio. I fan entrano in contatto con i giocatori attraverso i social media, guardando e commentando le partite in streaming dal vivo o assistendo ai tornei. Oltre ai fan, l’ecosistema che circonda l’industria degli eSport include eventi di gioco, piattaforme tecnologiche e di analisi, servizi e investimenti considerevoli. E continua a crescere, nonostante l’impatto del COVID-19.

L’habitat degli eSport

Come accennato, l’ecosistema degli eSport ruota attorno a varie figure chiave.

Le squadre

Una buona squadra è composta da grandi giocatori. Ma questa è solo una parte del quadro. Le squadre con modelli di business solidi, un marketing significativo e una vena competitiva tendono ad attirare gli investitori e a creare entrate attraverso partnership, sponsorizzazioni, licenze e premi in denaro ai tornei.

evento eSport

Stadio pieno a Colonia a Counter-Strike Global Offensive 2020. Copyright: ESL.

team di eSport entra in scena

Counter-Strike Global Offensive 2019. Montpellier, Occitania. Copyright: ESL.

Sviluppatori ed editori di giochi

Le aziende che fanno i giochi impiegati al torneo eSport. Queste aziende non solo possiedono la proprietà intellettuale del loro gioco, ma controllano anche le competizioni e distribuiscono premi in denaro ai partecipanti. Nel 2019, il montepremi dei tornei ha superato i 370 milioni di dollari.

Gli sponsor

Gli sponsor possono essere di due tipi: endemici e non endemici. Gli sponsor endemici sono di solito organizzazioni che forniscono beni o servizi associati al gioco e agli eSport. Ad esempio, i produttori di periferiche di gioco (mouse, tastiera ecc.). Gli sponsor non endemici offrono invece prodotti e servizi che non hanno un legame diretto con gli eSport, ma sono di solito organizzazioni che si rivolgono a un pubblico simile.

Organizzatori di tornei ed eventi

Alcuni dei tornei di eSport più attesi sono organizzati da grandi aziende come ESL, Major League Gaming e Dreamhack, mentre molti altri allestiscono tornei più piccoli.

Gli investitori

I team di eSport ad alte prestazioni hanno l’ulteriore capacità di attirare gli investitori. Negli ultimi cinque anni, le squadre e i concessionari hanno raccolto un capitale significativo, creato programmi e strutture di allenamento e aumentato gli sforzi per attrarre i migliori giocatori.

Ci sono diverse buone ragioni per investire negli eSport, oltre a quella della spettacolarità.

Perché giocare la carta degli eSport?

Una forte traiettoria di crescita

Il mercato globale degli eSport è stato valutato a oltre 950 milioni di dollari nel 2020 e si prevede che raggiungerà quasi 1,6 miliardi di dollari nel 2023. Inoltre, l’impatto dirompente degli eSport sulle forme tradizionali di sport e media lo rendono un’opportunità di investimento molto attraente per coloro che cercano di capitalizzare su una nuova ondata.

Un mezzo per diversificare

In virtù della sua natura unica, l’industria degli eSport può anche essere vista come un mezzo per mantenere un portafoglio di investimenti diversificato. Essendo in una fase di sviluppo relativamente emergente, l’industria fornisce un’esposizione alle tendenze che altre industrie mature potrebbero non riflettere.

Accesso demografico chiave

Quasi mezzo miliardo di persone in tutto il mondo consuma contenuti eSport, con il 37% di uomini tra i 21 e i 35 anni e il 16% di donne tra i 21 e i 35 anni. Il dato demografico è unico anche per il fatto che si sta allontanando sempre più dai media tradizionali. Convogliando il loro denaro in questo settore, gli investitori possono farsi un’idea di questa fascia demografica e sfruttarla a loro vantaggio.

A prova di futuro

Al di là dei molti parallelismi tra gli sport tradizionali e gli eSport, c’è un importante fattore di differenziazione che dà a questi ultimi un vantaggio: basandosi su piattaforme digitali, essi trascendono i limiti fisici di cui altri sport tradizionali devono tenere conto. I titoli eSport offrono una scalabilità e un’adattabilità immense. Mentre sarebbe impossibile giocare una partita di calcio con 100 giocatori per parte, nei titoli eSport questo è normale.

La situazione in campo

Anche se gli eSport si incentrano sulla competizione, il loro nucleo altro non è che un’opportunità di investimento nell’intrattenimento e nei media digitali. La sfida e la conseguente opportunità stanno nel monetizzare la crescente base di utenti e spettatori del settore.  Tuttavia, l’ascesa degli eSport è in molti modi affine a quella dei social media, che pur avendo attirato molti utenti nelle fasi iniziali, hanno sviluppato strategie di monetizzazione efficaci solo più tardi. Oggi queste aziende valgono miliardi. L’industria degli eSport riflette la stessa promessa di interruzione. E forse i giocatori, le squadre e i campionati di eSport sono sulla buona strada per diventare nomi familiari prima di quanto pensiamo.

Group 7 Articolo, 7 minuti di lettura
Circa l'autore
The i-vest Team
The i-vest Team

Spinto da un bisogno di chiarezza e semplicità su tutto ciò che riguarda il patrimonio, il team di i-vest lavora a stretto contatto con esperti e consulenti finanziari senior per immergersi più a fondo nel mondo della finanza, degli investimenti e del patrimonio per renderlo più rilevante per voi.