fbpx
La Masterclass
it
alexander inchbald
Alexander Inchbald è un “artista estremo”, un business coach, un autore di bestseller, nonché fondatore del “Masterpiece program” dove aiuta le persone a ritrovare la loro creatività ed a liberare il loro “artista interiore”. Per i-vest abbiamo parlato con lui del potere della creatività e di come le nostre convinzioni e la nostra mente influenzano il nostro rapporto con il denaro.

Ciao Alexander, questo è un ottimo sfondo , che cos’è?

Questo è il Monte Bianco tra le nuvole. Ho dipinto questo quadro la settimana scorsa in cima alla montagna.

L’intervista con Alexander Inchbald avviene tramite Zoom. Sullo sfondo si vede una foto di un paesaggio montano innevato e accanto un’opera d’arte su un cavalletto. La tela nera spicca fortemente sullo sfondo chiaro.

Per essere un dipinto di una montagna innevata sembra piuttosto scuro.

In effetti è scuro. È nero su nero. La mia serie attuale si chiama When I Was Black. La serie è ispirata dalla mia più grande missione di cambiare il clima di disuguaglianza. È quello che mi è venuto in mente. Quindi è quello che sto facendo al momento, dipingendo sulla disuguaglianza e sul clima. Sono convinto che per cambiare il clima in meglio dobbiamo prima risolvere le ineguaglianze tramite un processo di riequilibrio interno.

E’ questo che stai facendo con la tua espressione artistica?

Esattamente. Come “artista estremo” dipingo immagini di paesaggi in condizioni estreme. Tutti i miei dipinti riguardano l’illusione dell’identità. Voglio mostrare che l’identità non è ciò che siamo. Siamo uno spirito con un’identità, non un’identità con uno spirito. Infatti, credo che si possa davvero scegliere e creare l’identità che si vuole.

Durante la conversazione, Alexander cambia gli sfondi mostrando bellissimi paesaggi di tutto il mondo con le opere d’arte che vi ha dipinto. Per ogni dipinto c’è una storia. Mostra un quadro di fronte al Monte Fuji in Giappone, dove la natura ha interferito con il suo piano originale di dipingere un riflesso perfetto nel lago. Un altro quadro è stato creato durante un forte vento in Provenza, e un terzo nel mezzo di una tempesta di neve dove la bufera era così forte che non riusciva nemmeno a vedere la tela.

Potrebbe spiegarlo un po’ meglio? Capisco che lei dipinge paesaggi, ma in realtà le sue opere riguardano la natura umana e l’identità?

Beh, lascia che ti racconti una storia. È successo sei anni fa in Giappone. Sono andato lì ai piedi del Monte Fuji con l’idea di dipingere un suo riflesso perfetto in un lago, due triangoli invertiti – il Monte Fuji in tutto il suo splendore ed il suo riflesso, invertito. Avevo pianificato tutto, compresa una sessione di trasmissione in diretta del processo di creazione via Periscope, quindi la data e l’ora erano fissate.

Ma poi quando sono arrivato al lago, e volevo iniziare a dipingere, ho notato che il vento iniziava ad alzarsi creando increspature sul lago.

All’inizio non ero troppo preoccupato. Ho continuato i miei preparativi e ho montato la videocamera. Ma le onde non si calmavano. Così ho iniziato a dipingere lo stesso con circa 300 persone che mi guardavano. Durante la realizzazione del dipinto le onde diventavano sempre più forti. È stata una sfida, perché è più difficile dipingere le onde che dipingere una superficie calma e piatta.

Perché?

Le onde sono difficili da dipingere perché sono in movimento. Devi rallentare la tua mente per essere in grado di vedere come si muovono, il che richiede molto sforzo e concentrazione. Ho finito il dipinto dopo circa sei ore. Ma ero frustrato perché non era il quadro che volevo dipingere in origine. Sulla via del ritorno, mentre camminavo lungo il lago, ho incrociato un ragazzo giapponese. Indossava una maglietta con tre parole scritte in inglese che dicevano: “Non creare onde”. Questo mi ha davvero colpito. E questo mi è successo ancora e ancora.

Intende queste coincidenze?

Preferisco chiamarle sincronicità. Accadono in continuazione, e puoi vederle come segni che stiamo creando la nostra realtà in continuazione.

Lasciatemi dire ancora una volta questo: in ogni singolo momento creiamo la nostra realtà. Però ti accorgi che lo stai facendo solo quando accade una sincronicità. I miei esperimenti di pittura mi hanno mostrato come la “matrice” è costruita e come possiamo cambiare la matrice letteralmente con i nostri pensieri.

“Stiamo creando la nostra realtà in ogni singolo momento”.

Nel tuo “Masterpiece program” aiuti le persone ad identificare il loro scopo, a liberare la loro creatività e a dare vita ai loro “Capolavori”. In che modo i tuoi dipinti hanno ispirato questo programma?

Tutto nel programma “Masterpiece” è basato sulle mie esperienze di pittura in luoghi estremi, e ho sentito il bisogno di condividerlo con gli altri.

Attraverso la pittura nella natura ho imparato che tutto ciò a cui resisti, resiste a te. E ho anche imparato a far cadere questo scudo di resistenza. Non importa se è al vento o alla neve o alla pioggia o alle nuvole o a una compagnia o a un’altra persona. Tutto questo è in definitiva una resistenza dentro di te.

Cosa vuoi dire con questo?

Il più delle volte pensiamo che ciò a cui resistiamo sia fuori di noi. Lo facciamo con il denaro, con le persone, con le organizzazioni, persino con la cultura. Qualunque cosa vediamo come fuori di noi – o non ‘noi’ – gli resistiamo.

Attraverso la pittura, ho capito come si può dare vita ad un “Capolavoro”, in realtà, capire come tutto funziona. Ho visto come si può avere una relazione d’amore. Ho visto come si può lavorare come una squadra. Ho visto come potete lavorare come un’organizzazione. Ho visto come l’organizzazione può lavorare con altre organizzazioni. Ho visto come possiamo risolvere il cambiamento climatico e l’ingiustizia.

Ho imparato che tutta la resistenza è in realtà dentro di noi. Quando smettiamo di resistere alla resistenza, cominciamo a vedere la connessione con tutto questo. Questo è molto più facile, e anche molto più difficile di quanto pensiamo. E’ molto più facile perché in realtà non dobbiamo farenulla.

Hai un esempio tangibile di questo? Forse anche nel contesto del denaro e della costruzione della ricchezza, perché posso immaginare che ci sia molta resistenza intorno al denaro.

Sì, hai ragione, la maggior parte di noi ha una forma di resistenza al denaro. O rifiutiamo il denaro e lo allontaniamo inconsciamente, o siamo dipendenti dal denaro. Spesso è proprio questa difficile relazione con il denaro che ci impedisce di creare il nostro “capolavoro” e di realizzare la nostra visione.

Come possiamo superare questa resistenza al denaro?

Molti di noi parlano di indipendenza finanziaria. In altre parole, crediamo che quando avremo abbastanza soldi, saremo indipendenti. La verità è che non avrete mai abbastanza soldi per essere indipendenti, perché se siete dipendenti dal denaro, allora avrete sempre bisogno di più soldi, e non sarete mai veramente soddisfatti.

Se parli con multimilionari o miliardari e chiedi loro: Avete abbastanza soldi? E queste persone non hanno risolto il loro rapporto con il denaro, vi diranno che non hanno abbastanza soldi. Se siete dipendenti dal denaro non sperimenterete mai l’indipendenza finanziaria.

Se sei dipendente dal denaro non sperimenterai mai l’indipendenza finanziaria.

Vendi anche le tue foto?

Sì, assolutamente. La serie When I was Blacksarà venduta per venticinquemila dollari. Il mio piano per questa nuova serie è di creare un NFT intorno alle foto e condividere l’intera storia, l’intera narrazione di come le abbiamo create.

Lasciatemi spiegare brevemente: Un NFT è un token non fungibile, cioè un’entità digitale che è unica e salvata sulla Blockchain per sempre. È un argomento caldo per i creatori, almeno da quando l’artista digitale Beeple ha venduto un’opera d’arte NFT per 69 milioni di dollari questo marzo. Allora Alexander, che cosa farà parte della tua offerta NFT?

L’NFT sarà il video time-lapse del processo di pittura. Quasi ogni singolo quadro che ho dipinto ha un time-lapse con esso, perché ho dipinto in posti piuttosto belli in tutto il mondo. I time-lapse sono piuttosto fighi. Con l’NFT, non solo posso vendere l’opera d’arte, ma anche l’atto della sua creazione.

Per illustrare come appare un tale video time-lapse, Alexander me ne mostra una parte. Lo mostra mentre dipinge e spiega come ci si può collegare alla natura.

Cosa significa per te la ricchezza oltre il denaro?

Per me, la ricchezza oltre il denaro si riferisce alla tua salute, alla tua vita amorosa, alla creazione del tuo “Capolavoro”, e nel processo di bilanciamento di noi stessi in modo da riequilibrare il pianeta. Questa è la vera ricchezza per me.

Grazie mille per questa interessante conversazione, Alexander! Ti auguro un grande successo.

***

Dichiarazione di non responsabilità:

Alpian ha presentato una richiesta per la piena licenza bancaria all’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA). Il contenuto di questa pubblicazione è a solo scopo d’informazione. Pertanto quest’ultima non è da interpretarsi come consulenza legale, fiscale, d’investimento, finanziaria o di altro genere.

L'autore

Insa è una content strategist, una giornalista e un’insegnante di yoga che vive a Berlino. Provenendo da un background aziendale, Insa ha deciso di diventare una scrittrice e blogger 5 anni fa. Da allora ha scritto per molte riviste come Business Punk, VICE, Fit For Fun, enorm e altre.

This website uses cookies to improve your experience.