Ricerca di

i-vestories

Daniel Weiss: L’armonia della vita

byPatrick Züst
diPatrick Züst
Patrick Züst

Daniel Weiss, 65 anni, nato in Svizzera, è un pioniere della tecnologia audio digitale. Ha fondato la sua azienda negli anni ottanta, da allora lavora al raggiungimento di un esperienza del suono perfetta. I suoi prodotti sono stati scelti da artisti come Michael Jackson e Bruce Springsteen e si trovano oggi nei più grandi studi di registrazione del mondo. Weiss è diventato un nome familiare nel suo campo e quest’anno ha portato a casa un premio Grammy per il suo lavoro. Abbiamo incontrato l’ardente ingegnere elettrico nel suo ufficio a Uster, Zurigo, e abbiamo parlato con lui della sua passione.

Signor Weiss, congratulazioni per aver vinto un Grammy! Come ci è riuscito e dove trova le motivazioni? Come ci è riuscito e dove trova le motivazioni?

Grazie mille! La musica è sempre stata parte integrante della mia vita. Dato che non avevo abbastanza talento per fare soldi come musicista, ho studiato ingegneria elettronica. Questa è la mia altra grande passione. Ho collegato queste due passioni, prima come dipendente e poi come imprenditore. Ho riconosciuto che l’arrivo del CD avrebbe aperto un nuovo mercato e ho iniziato la mia attività nel 1984. Da allora abbiamo creato dispositivi che fanno progredire la tecnologia del suono e ci sforziamo di ottenere un’esperienza sonora perfetta. I nostri clienti sono soprattutto studi di registrazione e amanti della musica. Il Grammy è un riconoscimento di tutto questo lavoro.

uomo in piedi tra due altoparlanti

La tecnologia è musica per le orecchie di Daniel

Daniel Weiss Ufficio

Wired Up: Weiss Engineering HQ a Zurigo

Quali esperienze ti hanno ispirato maggiormente in questo viaggio?

Quando da ragazzo ho ascoltato per la prima volta un disco in cuffia, è stata una rivelazione. Allo stesso modo, quando un professore ci presentò la nuova tecnologia di cancellazione della diafonia a New York, mi fece una grande impressione. È quando il suono proveniente da due altoparlanti viene modificato in modo che, come ascoltatore, ti sembra di essere proprio nel mezzo. Queste due esperienze non mi hanno mai lasciato e sono diventate una motivazione per continuare a lavorare su nuovi prodotti. Un giorno voglio portare la tecnologia a un livello in cui si possa ascoltare la musica a casa e sentirsi come se la band fosse davvero lì nel tuo salotto.

Gli uffici della Weiss Engineering sembrano un parco giochi per nerd tecnologici: Cavi e cuffie, altoparlanti e saldatori, strumenti musicali e dispositivi di misurazione sono sparsi ovunque. Un enorme scaffale contiene i prodotti che Weiss e il suo team hanno sviluppato negli ultimi decenni. A meno che non abbiate una buona conoscenza del linguaggio della tecnologia del suono, potreste chiedervi a cosa servano tutti i pulsanti e i controlli sulle scatole grigie. Daniel Weiss è un insegnante paziente, infatti, sembra che non gli dispiaccia parlare solo dell’innovazione e delle specifiche dei suoi prodotti. Ma volevamo saperne di più sulla sua transizione da esperto di tecnologia a CEO.

Alla fine, voglio portare la tecnologia al punto in cui puoi ascoltare la musica a casa e sentirti come se la band si stesse esibendo proprio nel tuo salotto.

Lei gestisce la sua azienda da oltre 35 anni. Ha acquisito delle intuizioni durante questo periodo che possono essere applicate ad altre parti della vita?

Certo – vi faccio un esempio: spesso ci viene detto di concentrarci su un lavoro o un progetto alla volta. Ma stiamo sempre lavorando su più cose, contemporaneamente. La fase di sviluppo richiede più tempo in questo modo, ma le idee possono crescere anche mentre non si sta lavorando attivamente a qualcosa. In altre parole: è bene prendere un po’ di distanza da un progetto in corso di tanto in tanto. In questo modo, quando si ritorna a lavorarci sopra, si ha una prospettiva completamente nuova. Diventa più facile vedere nuovi e migliori modi di procedere.

Un approccio eccitante! C’è qualche altro consiglio che vuole dare ai giovani imprenditori che hanno appena iniziato?

Pensate il più a lungo possibile, fin dall’inizio. Non solo per qualche anno, ma per qualche generazione. Quando si pensa in questo modo, è più probabile sviluppare prodotti sostenibili. Questo sarà ancora più importante in futuro. Vi consiglio anche di trovare un partner commerciale prima di fondare la tua azienda. In questo modo, c’è qualcuno che parla delle cose con te a livello visivo e non sei bloccato a prendere tutte le decisioni da solo.

Daniel Weiss ha preso la decisione consapevole di mantenere la sua azienda piccola. Infatti, non ha mai avuto più di dieci dipendenti alla volta. Mentre molti fondatori di start-up in questi giorni decidono di raccogliere capitale dagli investitori, lui non l’ha mai fatto. Non ci sono mai stati grossi guadagni nel suo settore, dice, ma per lui non è mai stato questo il punto.

Herr Weiss, cosa significa per lei la ricchezza?

Mi sento ricco quando ho abbastanza tempo da dedicare alla mia famiglia e ai miei esperimenti audio. La maggior parte dei nostri profitti viene reinvestita nel business. Per me è molto più importante poter seguire le mie passioni che fare una fortuna. A volte ho un’idea eccitante e spendo soldi per testarla. Se funziona, mi rende felice – se non funziona, va bene così. È fatalismo fino a un certo punto, ma devi conviverci se vuoi provare certe cose e migliorare nuovi prodotti.

Sta ancora lavorando su quei prodotti, anche se tecnicamente è in pensione.

Sì, sono ancora molto attivo in questi giorni come CEO, e nel guidare lo sviluppo dell’hardware. Ad un certo punto dovrò trovare due persone che mi sostituiscano. Naturalmente, sarò coinvolto nello sviluppo dei prodotti finché potrò. E quando sarò molto vecchio, riparerò il tipo di apparecchiature che nessun altro ricorda come riparare.

Altri sognano di passare la loro pensione su una spiaggia con un mojito. Preferisce davvero riparare apparecchiature audio?

(ridendo) Non si escludono a vicenda.

Grandi parole di addio. Grazie per l’intervista!

 

***

Dichiarazione di non responsabilità:

Alpian ha presentato una richiesta per la piena licenza bancaria all’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA). Il contenuto di questa pubblicazione è a solo scopo d’informazione. Pertanto quest’ultima non è da interpretarsi come consulenza legale, fiscale, d’investimento, finanziaria o di altro genere.

Circa l'autore
Patrick Züst
Patrick Züst

Patrick è diventato il più giovane corrispondente estero della Svizzera nel 2016 e poi si è trasferito a San Francisco per coprire il fiorente panorama tecnologico della Silicon Valley e degli Stati Uniti. È appassionato del mondo fintech e dei suoi risvolti futuri, dell'imprenditorialità, del coding e dello studio delle lingue. Infatti, attualmente parla 5 lingue e sta imparando il cinese.