Ricerca di

Wealth Wise

La ricchezza oltre il denaro: dal perché al chi

Head of Marketing and Brand at Alpian
Roman Balzan
Group 7 Articolo, 5 minuti di lettura

Alpian intende creare una banca premium che si posizioni tra il retail e il private banking e che abbia una mentalità completamente diversa dalla maggior parte delle società fintech o delle banche presenti sul mercato. Il nostro obiettivo è rendere i servizi bancari e gli investimenti semplici, trasparenti, familiari e sempre sensati attraverso un’esperienza digitale intuitiva e di prima qualità per i clienti. Come se non bastasse, promettiamo di demistificare il mondo degli investimenti e di rendere democratica la gestione patrimoniale. È quasi una promessa eroica… e non è ancora finita, come puoi leggere qui sotto.

Quanti supereroi conosci? Spiderman, Thor, Iron Man, Wonder Woman. Sono tutti abbastanza noti. Ma negli ultimi due o tre anni i cosiddetti “superhero brand” sono spuntati dappertutto. O almeno così pare. Quando scorriamo i nostri feed dei social media, siamo bombardati da annunci e post sponsorizzati di marchi che gridano ai quattro venti come stanno salvando il pianeta e come vogliono farci vivere in modo più sano e sostenibile. Il tutto perlopiù vendendoci degli slogan semi-spiritosi stampati su magliette bio.

Non fraintendetemi: è fantastico che i marchi si siano finalmente accorti dell’impatto che hanno sulla società e sull’ambiente. Quello che mi chiedo è se sia compito dei consumatori applaudirli per i loro progressi. Penso che la risposta sia evidente. L’approccio del “superhero brand” per un po’ ha funzionato. Come tante altre novità. Tuttavia, la società è passata dall’essere dipendente dalle aziende alla consapevolezza che il consumatore è molto più vitale per il brand che non viceversa. E i marchi hanno dovuto adattarsi per ricominciare a guadagnare. Quando il consumatore ha acquisito consapevolezza, lo stesso è successo anche al marchio. Finalmente.

Come il passaggio da “cosa” vende un marchio a “perché” conta è frutto della consapevolezza dei consumatori, lo stesso vale anche per il nuovo modo di dar vita a società di successo.

I millennial benestanti (e altre generazioni) sanno che la vita di oggi è scandita dal consumismo. Compra questo, compra quello. Così sarai felice. Un tormento che sembra seppellire viva la nostra società. Ma non del tutto, perché queste generazioni benestanti sono dotate di resilienza e vogliono di più. Un “di più” che va ben oltre il complesso del salvatore che la maggior parte dei brand cerca di venderci.

h

In un mercato in cui i consumatori hanno l’imbarazzo della scelta e ancora una volta si evolvono al di là della portata dei marchi, come fanno i brand a offrire loro ciò che vogliono? Ma poi, cos’è che vogliono esattamente?

Non è questione di “cosa”, ma di “chi”

Non mi riferisco a Capitan America. Si tratta di loro. Le persone hanno bisogno di essere gli eroi della loro vita. Sentirsi responsabili delle loro scelte e diventare la persona che hanno sempre voluto essere. Oggi un marchio non deve più semplicemente fornire una soluzione, ma offrire al consumatore un modo per essere la soluzione. Il “chi” è quel qualcosa in più a cui dobbiamo puntare adesso. Il denaro ormai non basta più a soddisfare la nostra società. Quello a cui aspiriamo è una “ricchezza oltre il denaro”.

Una ricchezza intrinseca per ciò che ci dà un senso di appartenenza, ambizione e libertà come individui. Io ho avuto la fortuna di trovare la mia “ricchezza oltre il denaro” ed è tutto merito del marchio che ho l’onore di rappresentare e sviluppare: Alpian. E così ogni pezzo è andato al suo posto: l’idea di una start-up del settore fintech che ha capito che la vera ricchezza non è data solo dagli zeri sul conto in banca, ma anche da valori che vanno “oltre”. Al momento, la mia gioia personale e il mio “oltre” hanno molto a che fare con “chi” vogliamo essere noi di Alpian e con l’opportunità di lavorare in un team di visionari che intendono rivoluzionare il mondo degli investimenti e della finanza. Il mio lavoro ha un significato e un impatto tangibile. La fiducia e la convinzione nelle mie competenze e capacità vanno letteralmente “oltre” qualsiasi cosa abbia mai sperimentato finora.

L’abisso della trasformazione

Nel mondo di oggi, dominato dall’incertezza, le aziende devono riuscire a solcare quello che io definisco “l’abisso della trasformazione”, permettendo ai clienti di diventare la persona che vogliono essere attraverso i loro prodotti e servizi. Per migliorare devono fare di più, vedere più cose e vivere più esperienze. Quindi, in tutto ciò che facciamo in Alpian ci concentriamo sul ruolo che possiamo avere nella vita delle persone, aiutandole a sbloccare la loro visione individuale di “ricchezza oltre il denaro”, rendendo possibili le loro convinzioni e i loro sogni con i nostri prodotti e servizi.

Quando sono entrato in Alpian, sapevo che vi erano alcuni punti vitali per il successo del marchio. Essere autentici nella nostra missione, fedeli alle nostre dichiarazioni e dare sempre il massimo in tutto ciò che facciamo. Era fondamentale che fossimo un marchio che non parla di quanto è bravo, ma lo dimostra coi fatti, avvicinando i suoi clienti ai loro obiettivi. Un marchio che lavora con i clienti e per i clienti. Un marchio che è al loro fianco negli alti e bassi.

Investi nella tua vita

La nostra premessa essenziale, tuttavia, è l’intuizione che la “ricchezza oltre il denaro” è qualcosa di estremamente personale. Riguarda solo me e la mia consapevolezza di come “io” posso sbloccare tale potenziale. Io come individuo. Da qui è nata l’espressione che incarna e simboleggia l’approccio di Alpian: i-vest, un mix tra “invest” e “being vested”.

Letteralmente, quest’ultimo termine significa acquisire legittimamente il diritto a un pagamento, capitale o sussidio futuro. Una cosa acquisita legittimamente è solida e difficile da sottrarre.

Per sbloccare la “ricchezza oltre il denaro” devi avere una fiducia incondizionata in te stesso e saper investire al meglio. Investire nel senso di “dedicare energia, tempo e risorse a qualcosa per trarne benefici a lungo termine”.

Se prendiamo in prestito il cerchio d’oro di Simon Sinek,

“la ricchezza oltre il denaro” è il nostro “perché”

aiutare gli investitori a sbloccare il meccanismo verso la libertà, le ambizioni e il senso di appartenenza è il nostro “come”

i-vest è il nostro “cosa”

L’ambizione, la libertà e il senso di appartenenza è il sentiero da percorrere per diventare “chi” vorresti essere.

Questo è anche il motivo per cui abbiamo chiamato il nostro blog di media e brand experience “i-vest by Alpian. Il suo unico obiettivo è accompagnare le persone nel loro viaggio i-vest, demistificando il mondo degli investimenti con articoli, podcast e approfondimenti interessanti di leader di pensiero e altri investitori che hanno scelto i-vest.

Siamo un marchio determinato e di successo. Per questo vogliamo che la transizione dal “perché” al “chi” avvenga con la massima trasparenza e fluidità. Certo, il consumatore esige sempre un prodotto di qualità e vuole che il marchio agisca in modo responsabile, ma l’interesse centrale si è spostato dal brand al pubblico.

Per spostare l’interesse bisogna tenere a mente alcuni aspetti.

Come ti vediamo?

Come vediamo attualmente coloro a cui prestiamo i nostri servizi? Quanto sono lontani dai loro obiettivi?

Chi possiamo aiutarti a diventare?

Sappiamo che i nostri clienti non corrono i cento metri, ma una maratona. Quali sono i loro obiettivi a lungo termine? Chi possono diventare con gli investimenti che fanno?

Chi è la persona che vorresti essere?

Qual è l’immagine a lungo termine che i nostri clienti hanno di sé? Chi sognano di essere? Coincide con ciò che possiamo aiutarli a diventare?

Puntando sul “perché” il nostro brand conta, traiamo la forza per condurre il cliente verso il suo “chi”. Se riusciamo a iniziare a spingere i nostri clienti verso il loro “chi”, se siamo in grado di offrire loro l’identità che sognavano, possiamo creare una base essenziale di fiducia, su cui costruire un brand determinato e innovativo che fa a meno del complesso del salvatore.

Quando accogliamo a braccia aperte il cambiamento, per Alpian potrebbe essere il momento perfetto di entrare in scena. Per guidare la trasformazione ed essere il Doctor Strange dell’universo dei marchi. Siamo qui per guidarti e aiutarti a investire nel tuo potenziale.

Quand’è che inizierai a sbloccare la tua “ricchezza oltre il denaro”?

Group 7 Articolo, 5 minuti di lettura
Circa l'autore
Roman Balzan
Head of Marketing and Brand at Alpian

Roman ha conseguito un master in economia presso l’Università di San Gallo HSG. È un esperto stratega di marca e di marketing e si definisce un “pazzo-creativo-pensiero”. Ha iniziato la sua carriera presso l’”Istituto IFJ per giovani imprenditori / Venturelab.ch” come Senior Project Manager prima di fondare Suxedoo.ch. In seguito è entrato in Google come responsabile dei programmi per il marketing del marchio del datore di lavoro in EMEA. Nel 2018 è stato assunto da Lime, il gigante degli scooter con sede negli Stati Uniti, per sostenere il lancio del primo mercato europeo dell’azienda, la Svizzera, dopodiché ha guidato gli sforzi di Lime per il marketing e il marchio EMEA prima di entrare a far parte di Alpian. Roman ama talmente tanto le escursioni che nel 2009 ha percorso 2300 km sul Cammino di Santiago con il suo cane Nelson. Ha camminato da San Gallo a Santiago de Compostela, nella Spagna occidentale.