Ricerca di

Wealth Wise

Appuntamento con un consulente finanziario: cinque requisiti che non possono mancare

Client Success Advisor at Alpian
Mattia Scolaro
Group 7 Articolo, 5 minuti di lettura

Vai al tuo primo incontro con un consulente finanziario con aspettative ben definite: avrai buone probabilità di tornare a casa con le idee chiare, con un senso di fiducia e, cosa più importante, con il desiderio di un incontro successivo!

Se stai leggendo questo contributo, è probabile che tu abbia già iniziato a pensare al tuo futuro economico. E forse hai anche contattato un consulente finanziario o stai pensando di farlo. Se fai parte di quest’ultima categoria, potresti addirittura esserti chiesto cosa fa un consulente finanziario.

Proprio come una guida alpina valuta la tua capacità fisica e mentale prima di scegliere il percorso adatto, un consulente finanziario valuta la tua situazione economica, le tue abitudini di spesa, i tuoi obiettivi e la tua propensione al rischio prima di darti consigli in materia. Con la sua esperienza e capacità può garantire l’impiego ottimale delle tue risorse, per aiutarti a prendere decisioni appropriate e a raggiungere i tuoi obiettivi.

h

Grandi aspettative

Ma come fai a sapere se il consulente finanziario che hai scelto è quello giusto per te? E come puoi capirlo dal primo incontro? Ecco alcuni punti da tenere a mente.

1. Ha empatia per la tua situazione in divenire.

Il consulente finanziario giusto è una persona in grado di valutare il tuo background finanziario e i tuoi obiettivi e adattare la sua esperienza alle tue esigenze, tenendo anche conto di un eventuale cambiamento della tua situazione economica e, di conseguenza, dei tuoi traguardi. La tua vita è unica e anche la tua strategia finanziaria dovrebbe esserlo.

2. Ti lascia parlare.

Questo si ricollega al primo punto. Uno dei doveri centrali di un consulente finanziario è quello di aprire la discussione, definire un programma chiaro per l’incontro e strutturare il vostro tempo insieme (il tuo primo investimento con il consulente finanziario!), in modo che tu possa esprimere i tuoi obiettivi e le tue ambizioni. Non sai quali sono o dovrebbero essere? Anche questo dovrebbe essere preso in considerazione. Attraverso una curiosità sincera e domande aperte, un consulente finanziario dovrebbe scavare più a fondo per capirti come persona, per poter creare una strategia che si adatti alle tue esigenze. Un consulente finanziario dovrebbe anche essere in grado di spiegare il motivo di ciascuna delle sue domande, per metterti a tuo agio.

3. Si adatta al tuo livello di conoscenza.

Potresti aver trovato dei modi per prepararti alla riunione. Potresti anche aver preparato una costituzione familiare. Ma se non hai il tempo o la voglia di farlo, va bene lo stesso. Un consulente finanziario competente dovrebbe essere in grado di adattarsi al tuo livello di conoscenza senza giudicare. La curva di apprendimento iniziale può essere ripida, ma il tempo speso per portare chiarezza in questa fase può lasciare al cliente un dono prezioso: la fiducia. Se invece hai già familiarità con l’universo degli investimenti e possiedi un quadro chiaro del tuo capitale, il consulente finanziario deve tenere presente anche questo.

4. Fissa aspettative realistiche.

Un consulente finanziario ha l’esperienza necessaria per capire quando i desideri di un cliente non sono realistici o non vanno nella direzione giusta. Un buon consulente finanziario lo dirà nel modo più chiaro possibile. Il suo ruolo è quello di dipingere un quadro realistico ed esporre opzioni fattibili. A volte questa immagine non piace al cliente, ma apre la possibilità di definire nuove aspettative e attuare strategie con una maggiore probabilità di successo.

5. È trasparente e orientato al cliente.

Come ogni prodotto o servizio, anche un consulente finanziario ha un costo. Il primo incontro è anche il momento in cui un consulente finanziario deve definire chiaramente che cosa ci guadagna quando tu investi. Sì, può essere pagato in diversi modi. Saperlo può aiutarti a stimare il valore del suo servizio. È una tariffa forfettaria che addebita su base oraria, mensile o annuale? È una commissione che applica per ogni investimento venduto? O è una combinazione delle due cose? Sono tutte domande legittime. E qualunque siano le risposte, al prossimo incontro un buon consulente finanziario dovrebbe essere in grado di spiegarti perché le soluzioni d’investimento proposte sono fatte su misura per te e nel tuo migliore interesse.

h

Prenditi il tuo tempo

Il supporto di un consulente finanziario di fiducia, che ti capisce e opera nel tuo interesse, può rivelarsi un bene inestimabile nel lungo termine. Il primo incontro serve a te per porre le tue domande e al consulente per usare la sua ricchezza di conoscenze allo scopo di fornirti un orientamento e nuove preziose prospettive. Proprio come la guida alpina potrebbe portarti in vetta lungo percorsi diversi, il consulente giusto dovrebbe essere in grado di proporti più di un modo per raggiungere i tuoi obiettivi.

Nel tempo, il consulente finanziario può aiutarti a raggiungere i tuoi traguardi economici e a fissarne di nuovi, secondo i tuoi interessi e le tue ambizioni. Un consulente finanziario capace ti informerà anche in modo proattivo sulle nuove opportunità e ti starà vicino nella buona e nella cattiva sorte. È così che ti aiuterà a raggiungere la tua visione di ricchezza al di là del denaro. Quindi, prenditi il tempo per valutare le tue opzioni e non avere fretta di decidere.

E buon primo incontro!

 

***

Dichiarazione di non responsabilità:

Alpian ha presentato una richiesta per la piena licenza bancaria all’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA). Il contenuto di questa pubblicazione è a solo scopo d’informazione. Pertanto quest’ultima non è da interpretarsi come consulenza legale, fiscale, d’investimento, finanziaria o di altro genere.

Group 7 Articolo, 5 minuti di lettura
Circa l'autore
Mattia Scolaro
Client Success Advisor at Alpian

Mattia è un esperto gestore di relazioni che ha più di un decennio di esperienza nel settore. Ha trascorso 10 anni al Credit Suisse, passando da apprendista a vicepresidente aggiunto presso la sede della società a Ginevra. Si è laureato nel 2019 presso la Kalaidos Banking + Finance School di Losanna. È un appassionato di calcio, ma gli piace anche ascoltare la musica e viaggiare alla scoperta di nuovi paesi e culture.